Incontri con gli autori: Antonietta e Silvia Scarabelli

L’Aperitivo con Autore

Sabato 14 Maggio dalle ore 17.30 La libreria Il Mio Libro (Via Sannio 18, Milano) è lieta di invitarvi a  L’Aperitivo con Autore

Presentazione del romanzo :

“Il coraggio che mai ho avuto” di Antonietta e Silvia Scarabelli (2010, Edizioni Sensoinverso)

Sabato 14 Maggio ore 17.30 - La libreria Il Mio Libro (Via Sannio 18, Milano)

Modera l’incontro Carlotta Pistone (Caporedattrice del web magazine Mondo Rosa Shokking)

VI ASPETTIAMO … !

(Su MRS leggi la recensione al libro e l’intervista  alle autrici)

A seguito della presentazione Il Mio Libro sarà lieto di ospitarvi per un “aperitivo con l’autore”


Per info: IL MIO LIBRO, Via Sannio 18 – Milano; Tel: 02.39843651 – E-mail: info@ilmiolibromi.it



Lascia un commento

Archiviato in Incontri con gli autori

Incontri con gli autori: Daria D.

L’Aperitivo con Autore

Giovedì 12 Maggio dalle ore 19.00 La libreria Il Mio Libro (Via Sannio 18, Milano) è lieta di invitarvi a  L’Aperitivo con Autore

Presentazione del romanzo :

“Fantasie di D. Racconti di una libertina” di Daria D. (2010, Gruppo Albatros – Il Filo)

Giovedì 12 Maggio ore 19 - La libreria Il Mio Libro (Via Sannio 18, Milano)

Una mente fervida e osservatrice non riposa mai. E così capita che, guardando un film,

contemplando un quadro o una fotografia alcune suggestioni si insinuino nell’animo fino a germogliare in una nuova opera d’arte. Da qui nascono i racconti di Daria D., piccoli scampoli di vita fermati per un attimo sulla pagina, offerti al lettore come simbolo del grande dono di se stessi che l’arte sempre rappresenta. La raccolta ci catapulta di volta in volta in scenari quanto mai diversi – la Los Angeles dello show business, la Parigi delle case d’appuntamenti, la Milano innevata di Piazza del Duomo –

mantenendo però un’identità sempre riconoscibile, un’unità di fondo che risiede nel sentimento che accomuna i protagonisti di ogni racconto: il bisogno di amare, di darsi completamente e senza riserve,

assaporando la dolce libertà che la vita offre in cambio.

Modera l’incontro Carlotta Pistone (Caporedattrice del web magazine Mondo Rosa Shokking)

VI ASPETTIAMO … !

(Su MRS leggi la recensione al libro e l’intervista a Daria D.)

A seguito della presentazione Il Mio Libro sarà lieto di ospitarvi per un “aperitivo con l’autore”


Per info: IL MIO LIBRO, Via Sannio 18 – Milano; Tel: 02.39843651 – E-mail: info@ilmiolibromi.it

 



Lascia un commento

Archiviato in Incontri con gli autori

Incontri con gli autori: Michele Maggi

4 maggio ore 18.30, La Nuova Scaldapensieri a Milano - 10 giugno ore 18, Libreria Coop di Carugate c/o Centro Commerciale Carosello

Romanzo d’esordio di Michele Maggi, ex-ispettore capo della Polizia di Stato presso la Squadra Mobile della Questura di Milano (sezioni antidroga e reati sessuali e in danno di minori).

Tratto da una storia vera

Lascia un commento

Archiviato in Incontri con gli autori

Milano si tinge di noir…

In libreria!

Milano si tinge di noir…

Romanzo d’esordio di Michele Maggi, ex-ispettore capo della Polizia di Stato presso la Squadra Mobile della Questura di Milano (sezioni antidroga e reati sessuali e in danno di minori).

Una storia vera.
Una “fauna” di delinquenti e una di persone apparentemente per bene. 
Un incontro-scontro fra pregiudiziindifferenza e ipocrisia
Uno stuproE una città poco descritta, ma molto protagonista.


Autore: Michele Maggi

Editore: LittleItaly-Pagine disparse

Prezzo: 13,00 euro

Fotografie: di Riccardo Barra

Lascia un commento

Archiviato in Libri in uscita

La rubrica di Aprile!

Il Panorama Letterario

(a cura di Luca Lazzaro)

Buona lettura a tutti! Siamo lieti della vostra fervida partecipazione al nostro blog e dei commenti preziosi, ci dimostrano il vivo interesse per il mondo dei libri (e c’è chi dice che in Italia non si legge…)  e ci spingono a crescere, con pazienza, energia e serietà.

Dunque, stando a quello che abbiamo premesso nella prima uscita della rubrica, riguardo le fonti –campione (IBS, LaFeltrinelli e ilmiolibro), scelte per tracciare un panorama in continuo cambiamento, possiamo celebrare una sorprendente concordia delle prime posizioni.

Abbiamo:

  • Libertà (Franzen Jonathan)
  • Vieni via con me (Roberto Saviano)
  • Nessuno si salva da solo (Margaret Mazzantini)

Il libro di Franzen si sta rivelando la sorpresa del momento, il New York Times Book Rewiev lo ha definito un capolavoro e sta piacendo molto anche al pubblico del vecchio continente. Il concetto di fondo, che pervade l’opera, è riassunto nella parola del titolo, anzi, nella Parola: Libertà.

La storia ci pone l’interrogativo illuminista della reale presenza della ‘libertà’ nelle nostre vite. Esiste ancora? Davvero la società permette all’essere umano una vita libera, piena ed appagante? Quel tanto decantato articolo presente in quasi tutte le carte costituzionali dei paesi civili, che garantisce al cittadino una vita libera e dignitosa quanto poi, nella realtà dei fatti, è garantita? Vi chiediamo, se l’avete letto, di darci il vostro parere.

Passiamo a Saviano. Come avevamo annunciato qualche settimana fa (https://ilfruttodeilibri.wordpress.com/2011/02/02/quando-la-letteratura-incontra-la-politica/) a proposito del libro di Saviano, “Vieni via con me”, che avrebbe raccolto i testi da lui letti nella omonima trasmissione della Rai, l’attesa febbricitante non è stata delusa.  È legittimo sospettare che si sia aperto un po’ la strada e preparato il terreno grazie alla pubblicità involontaria che la diatriba Marina Berlusconi-Saviano-Feltrinelli aveva scatenato, ma nonostante le polemiche il successo è meritato. Il “caso” televisivo dell’anno è stata la più potente spinta che il libro potesse avere e l’astro nascente della letteratura italiana, ironicamente condannato a morte per le sue opere, non sembra intenzionato a fermarsi (perché dovrebbe?). Personalmente ritengo che più se ne parli e meglio sia. La cosa peggiore che potrebbe accadere sarebbe di condannare le persone al silenzio, più che a morte.

Non trovo tanti lati buoni, infine, nel libro della Mazzantini “Nessuno si salva da solo”. Un’altra storia di coppia, i soliti problemi, la stessa denuncia sociale. Se con Franzen abbiamo respirato un po’ di aria pulita, con Mazzantini torniamo a leccare la strada. In una sua recente intervista l’autrice ha rivelato la sua intenzione di scrivere dell’infelicità coniugale. Che sia ora di smettere per qualche tempo di vendere infelicità e di regalare un sorriso?

A presto.

Lascia un commento

Archiviato in Libri in uscita

“Il librone con le firme degli ospiti aspettava aperto su un leggio di legno. Un letto di carta appena rifatto che aspettava i sogni di nomi altrui”. (Alessandro Baricco)

Lascia un commento

Archiviato in La citazione del giorno!

Incontri con gli autori: Laura Basilico

L’aperitivo con Autore

Sabato 09 Aprile dalle ore 17.30 La libreria Il Mio Libro (Via Sannio 18, Milano) è lieta di invitarvi a  L’Aperitivo con Autore

Presentazione del romanzo :

“Come un tuono in cerca di pioggia”, di Laura Basilico (2008, Robin Edizioni)

Sabato 09 Aprile dalle ore 17.30 La libreria Il Mio Libro (Via Sannio 18, Milano)

 

Modera l’incontro Carlotta Pistone (Caporedattrice del web magazine Mondo Rosa Shokking)

VI ASPETTIAMO … !

(Su MRS leggi la recensione al libro e l’intervista a Laura Basilico)

A seguito della presentazione Il Mio Libro sarà lieto di ospitarvi per un “aperitivo con l’autore”


Per info: IL MIO LIBRO, Via Sannio 18 – Milano; Tel: 02.39843651 – E-mail: info@ilmiolibromi.it

Lascia un commento

Archiviato in Incontri con gli autori

Scrivere di Storia

Le difficoltà di scrivere un romanzo storico


Accingersi a scrivere un romanzo non è una cosa facile. Bisogna avere in testa l’argomento, la trama su cui svilupparlo ordinatamente, i colpi di scena, la lingua che andrà adattandosi ai contenuti per non ‘annoiare il lettore’, l’incipit, la fine, le nozioni da disseminare che costituiranno il ‘ricordo’. Insomma, ritengo di aver tracciato a grandi linee l’impalcatura che ciascun futuro autore deve avere presente nella stesura del suo Romanzo. E vale principalmente per i Romanzi di argomento moderno, che parlano di fatti presenti alla maggior parte di noi, che non richiedono una impegnativa ricostruzione storica perché si limitano ad una storia d’amore, di vendetta, di passione o di gelosia. Lascio da parte il thriller perché, secondo me, è ‘diversamente difficile’, un po’ come il romanzo storico, perché richiede delle nozioni vaste e precise di medicina legale, anatomia forense, metodi di indagine poliziesca e giurisprudenza. In ogni caso, se misceliamo tutte queste cose nel modo giusto possiamo addirittura entusiasmarlo il lettore, invece di stuprarlo, costringendolo a sobbarcarsi dotte dissertazioni. Sarà sufficiente parlare un po’ più di questo e un po’ meno di quello. Mix vincente e fortuna. Il nostro libro è fatto. Sì, ma quando vogliamo raccontare la Storia?

Non siamo tutti lettori di saggi storici. Anzi, se non siamo costretti, lo saltiamo a piè pari lo scaffale ‘Saggistica’ e ci fiondiamo direttamente sulle ‘Novità’.

Io mi sono messo in testa da qualche anno di voler pubblicare un Romanzo a sfondo storico, e col tempo mi sto accorgendo di quanto sia difficile riuscire a conciliare una trama avvincente, non troppo frustrante per chi abbia già compiuto il sacrificio di aprire il libro, leggere la quarta di copertina che riassume brutalmente anni di fatica, pensare ‘mah, sarà una cagata? Boh, proviamo’, tirare fuori 18 euro (per la prima edizione) e riuscire a trasmettergli la mia passione per quel periodo storico (il Medioevo, nda) con  un pizzico di informazioni in più di quante ne aveva prima di decidersi a quel costoso passo.

Già, perché in ogni pagina non bisogna dimenticare che stiamo parlando di qualcosa potenzialmente accaduta secoli fa, che si svolge in un mondo totalmente diverso da quello attuale, che ha delle leggi, delle ambientazioni, dei modi di dire, inimmaginabili per i moderni. E questo vale per qualsiasi romanzo storico. Ogni periodo passato o futuro richiede l’immedesimazione, da parte di chi legge e di chi scrive.

Indagini, ricerche d’archivio, analisi dei documenti, momenti di sconforto quando ti accorgi che qualcun altro dice esattamente l’opposto di quello che hai letto prima in una cronaca, giornate passate a rileggere quell’unica pagina che hai scritto e che rappresenta il tuo sommo sforzo (in confronto alle pagine e pagine di chi parla di lui che ama lei, ma lei ama quell’altro, e vanno tutti in vacanza a Parigi). Ma l’ostinazione è più forte e ti ripeti ‘riuscirò a far piacere queste robe qua almeno a uno, e per quell’uno varrà la pena di sputare sangue su cronache, saggi, biografie, canzonieri e trattati in latino (eh sì!)’. Certe volte ti coglie anche la paura raggelante delle future, ipotetiche critiche di eminenti cultori e professoroni che potrebbero cassare i tuoi slanci storico-letterari con una semplice recensionina di qualche riga: “il libro x è una fantasiosa ricostruzione del medioevo, che inventa di sana pianta avvenimenti impossibili, senza trasmettere alcuna notizia certa. Di certo l’autore scriveva sotto effetto di stupefacenti. Il mio parere autorevole è che questo giovanotto dovrebbe cercarsi un impiego al catasto e rinunciare al glorioso mestiere della scrittura”.

 

1 Commento

Archiviato in I libri della nostra vita

“Il libro non è un ente chiuso alla comunicazione: è una relazione, è un asse di innumerevoli relazioni”. (Jorge Luis Borges)

1 Commento

Archiviato in La citazione del giorno!

“Il libro essenziale, il solo libro vero, un grande scrittore non deve, nel senso corrente, inventarlo, poiché esiste già in ciascuno di noi, ma tradurlo. Il dovere e il compito di uno scrittore sono quelli di un traduttore”. (Marcel Proust)

Lascia un commento

Archiviato in La citazione del giorno!